Cassazione Penale: Condanna per Nomina RSPP Privo di Requisiti

L’Osservatorio per il monitoraggio permanente della legislazione e giurisprudenza sulla sicurezza del lavoro riporta la Sentenza Cassazione Penale, Sez. 4, 21 maggio 2014, n. 20682, con la quale il legale rappresentante di un’azienda è stato condannato “per avere designato quale responsabile del servizio di prevenzione e protezione una persona priva dei requisiti richiesti dalla legge”.

“Si può affermare che l’assenza dei requisiti soggettivi necessari rende la designazione inefficace perché incapace di offrire la necessaria e richiesta tutela agli interessi protetti, interessi che coinvolgono il diritto del lavoratore alla salubrità e sicurezza del lavoro e, in ultima istanza, il suo diritto alla salute”.

IMAGE URI: http://mrg.bz/pIWIel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>