Primo Soccorso: Condanna per Inadempienze di un Datore di Lavoro

La Cassazione Penale, Sez. 3, con sentenza 22 marzo 2013, n. 13733 ha confermato la condanna di un datore di lavoro a cui l’organo di vigilanza aveva “prescritto” di adempiere agli obblighi in materia di primo soccorso e che, in seguito all’inadempimento a queste prescrizioni, era stato condannato dal Tribunale di Verbania.

La sentenza della Cassazione ricorda che il datore di lavoro era stato condannato perché:

  • non aveva preso i provvedimenti necessari per l’organizzazione del servizio di primo soccorso e di assistenza medica di emergenza
  • nella ditta, pur essendoci più di cinque dipendenti, era stata effettuata la nomina del datore di lavoro, quale unico membro del servizio di pronto soccorso

il tutto in violazione delle norme di cui al Decreto Legislativo n. 81 del 2008, articolo 34, comma 1 bis “…nelle imprese o unità produttive fino a cinque lavoratori il datore di lavoro può svolgere direttamente i compiti di primo soccorso, nonché di prevenzione degli incendi e di evacuazione…”, articolo 45 comma 1 “Il datore di lavoro, tenendo conto della natura della attività e delle dimensioni dell’azienda o della unità produttiva, sentito il medico competente ove nominato, prende i provvedimenti necessari in materia di primo soccorso e di assistenza medica di emergenza…”, articolo 55 “…caratteristiche minime delle attrezzature di primo soccorso…”.

Image URI: http://mrg.bz/Nr3UTf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>